Administrator
Get Adobe Flash player

47248 155277411152555 8355957 n

 

Si possono definire gli individui come sistemi complessi che interagiscono costantemente tra loro e con i differenti contesti  in cui si trovano a vivere. Possiamo definire anche questi ultimi come sistemi benché molto più ampi. Viene spontaneo immaginarsi quali siano i sistemi di primaria importanza per gli individui e la loro crescita e, tra questi, spicca sicuramente il "sistema famiglia".

La famiglia è il primo ambito in cui un individuo impara come comportarsi con gli altri ed in differenti situazioni, impara ad esplorare e conoscere il mondo e se stesso, impara a relazionarsi, comunicare e, mano a mano acquisisce maggiore consapevolezza di sé fino a costruirsi una identità sempre più definita.

Nella clinica, secondo un approccio sistemico-relazionale, l'emergere di sintomi e disagi più o meno stabili nei bambini e negli adolescenti non è altro che una modalità di esprimere difficoltà nell'interazione e relazione con il proprio mondo circostante. Diventa forse più chiaro, allora, perché,  seguendo l’approccio sistemico, sia indispensabile interpellare e collaborare con la famiglia dei giovani individui e dare sostegno non solo a questi ultimi ma a tutti i componenti della loro famiglia, tenendo presenti sempre le fasi del  ciclo vitale che la famiglia ed ogni suo membro si trovano ad affrontare nello specifico momento di consulenza.

Gli specialisti del Centro Ri.Va.S., consapevoli delle difficoltà che ogni famiglia ed ogni persona incontrano nel loro percorso e della massima importanza che la famiglia riveste per ogni individuo, ritengono necessario poter collaborare con i genitori ed i caregivers in generale nell'affrontare nel modo più sereno possibile la crescita dei loro figli, sostenendoli anche nella genitorialità e nella comunicazione, creando laddove necessario un "ponte" ed offrendo uno spazio neutrale in cui fare incontrare i diversi punti di vista.

E’ anche per questo che gli psicologi del Centro Ri.Va.S. ritengono essenziale erogare  degli sportelli d'ascolto attivi nelle scuole in cui attuano i progetti, che siano accessibili  ai docenti ed agli allievi ma anche ai genitori